Adagio

Nell’infinito colgo

il respiro dell’anima,

che inquieta s’infrange

sulle scogliere del dolore

cerca un appiglio,

un sicuro giaciglio

per un’oasi di quiete

raccoglimento

lontano dal rumore,

che agitandosi dimena la coda

pronto a sferrare il colpo.

Fugace apparizione

di luna amica

scambia accordi e ricordi

in tempi lenti

di simbiosi amniotica,

riflessi in lacrime di cristallo

cadenti in partiture

per melanconici testi.

 

Carlotta Laterza

Annunci

3 thoughts on “Adagio

  1. benvenuta Carlotta.

    Mi piacerebbe esser seduto su quella panchina e mirar il quieto mar che riposa dopo lo strapazzamento estivo dei turistibagnanti.
    Vedere, su nel ciel, il mio amico John che volteggia felice e spensierato.

  2. ben trovato caro José.
    Se non sbaglio anche tu probabilmente sarai passato anche tu dalle mie parti, in particolare sul lungomare di Bari ed ammirare lo spettacolo che la natura ci offre ogni giorno, gratis.
    Questa foto l’ho scattata con il cellulare verso le 8 del mattino prima di prendere servizio. Non ho resistito…era un’atmosfera magica.
    A presto ed ancora grazie per l’ospitalità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...