Il vuoto

Image and video hosting by TinyPic

Siamo quasi a Natale, feste, luci, colori…….sarebbe bello se esistessero colori anche per l’anima.

Non riesco a sentirlo lo spirito del Natale……non posso, sapere che qualcuno è in un letto di ospedale a lottare per la vita, soprattutto quando si tratta di una bambina, mi riempie di vuoto…….il vuoto che dà il senso di impotenza.

Come conosco bene questa sensazione……il vuoto che si insinua dentro lo stomaco……ti attanaglia…..ti sovrasta……ti sale fino alla gola dandoti la nausea…..e tu ti senti una perfetta nullità, un essere inutile che non riesce a dare un minimo conforto alla persona che sta male a cui vuoi un bene immenso.

Ma tra poco è Natale…..sarò in famiglia, con i miei cari, sarà una giornata tranquilla, il pranzo, i regali……un ambiente sereno….ma il cuore sarà in ospedale…..con chi non si accorgerà del Natale….perchè per lei sarà solo un altro giorno di lotta….

Annunci

12 thoughts on “Il vuoto

  1. benvenuta silvia.
    grazie per questa riflessione sul Natale e in generale sulle tante vicende che si alternano nella vita.
    Spero che il tuo contributo stimoli in tutti noi un pensiero autocritico su cosa veramente significherebbe il Natale e quanto potremmo fare per gli altri, ogni giorno della nostra esistenza.
    buone feste

    Mi piace

  2. Ti ringrazio Josè….sinceramente non pensavo lo pubblicassi….non è molto adatto a questo clima di festa…..poi non sapevo se era accettabile……io non scrivo abitualmente, e questo pensiero è venuto così, di getto, proprio come si fà in un diario…… Sinceri Auguri di Buone Feste anche a te e ai tuoi cari.

    Mi piace

  3. Ciao Silvietta.
    E’ un piacere trovarti quà. Vedo che allora non ti allontani molto dal mio pensare, su questo giorno che è il Natale.
    Ma un po’ c’ero arrivata dal commento che avevi lasciato da me.
    Sei una donna meravigliosa.
    Un bacio,
    DIS.

    Mi piace

  4. Ho appena iniziato a conoscere il tuo blog… la cui impostazione è molto diversa dal mio…
    Ho fatto anche fatica a trovare il luogo in cui lasciare un commento…
    Ma l’impressione è davvero molto bella… ed il blog presenta uno stile originale ed elegante… e condivisibili interessi culturali.
    Sul Natale il mio personale commento è che questa festa ha un significato…. religioso e non… (storia… arte… poesie… musiche… ricordi personali… etc…) così grande da contenere ampiamente anche il pensiero verso chi il Natale lo vive in sofferenza…
    Verso di loro va e deve andare il pensiero (e l’aiuto) di chi può vivere un Natale sereno…
    Ciao Josè…
    Tony Kospan

    Mi piace

    • Benvenuto nella scatola di latta.
      Questo brano fa parte di una triade di opere che rappresentano alcune sfumature del Natale.
      Venerdì verrà pubblicata una particolare “Lettera a Babbo a Natale”, mentre lunedì l’autrice Ecce Clelia presenterà un testo dal titolo “Il Natale quando arriva arriva…”.
      Quindi ti invito a non abbandonare la scatola.
      a presto

      Mi piace

  5. Quella che ho letto mi sembra un po’ una visione pessimistica del Natale.
    Se lo vediamo dal punto di vista spirituale è un messaggio di grande speranza e quindi dovrebbe farci gioire; se vogliamo considerarlo un festa laica possiamo ugualmente essere allegri anche se qualcuno, specialmente molto giovane, sta soffrendo.
    Purtroppo la sofferenza fa un po’ parte della vita (anche la morte) e quindi essere gioiosi aiuta il nostro spirito e indirettamente chi soffre.
    Non posso aiutare chi soffre andando a piangere sulla sua spalla!

    Mi piace

  6. So cosa vuol dire passare il Natale in un letto d’ospedale.
    Tanti Natali li ho passati così, eppure c’era sempre qualcuno che stava
    peggio di me e allora mi sentivo fortunata. Quindi in questi giorni ci
    penso, eccome, a tutti i malati e sopratutto ai bimbi che lottano per la
    vita. Che sia un Natale di speranza
    nonna Tina

    Mi piace

  7. Arrivo qua, sinceramente per ora ci ho capito ben poco di come è formulato questo blog……ma lo trovo davvero interessante, e come primo post che leggo sono le care parole dell’amica Silvia, capisco quello a cui si riferisce….e non posso che condividere questo suo stato d’animo……per ora lascio un saluto a tutti…poi chissà, me lo studierò meglio con più tempo e più calma 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...