Oroshi

Arriva Oroshi, e spezza le certezze.
Rompe gli argini con fare arrogante.
Tracima e ride sguaiato.
Passeggia in punta di cingolo sulle altrui perplessità
facendosene beffe.
Luccica il suo pendolo, riflesso sulle gocce di sudore e sulle lacrime che si gelano piano
mentre le ore, tic tac, si sgranano in un tempo senza tempo.
Arriva Oroshi, sconquassa e se ne va
col suo bottino di emozioni e sentimenti.
Chi mescolò la vodka con l’acqua tonica
annusa l’odore del  passaggio.

Annunci

3 thoughts on “Oroshi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...