Al Fischio Finale

Pallone

Tonfi di sedie annunciavano un gol.

Il Palermo aveva segnato, era fuori da ogni dubbio.

Non mi sarebbe servito alcun tipo di abbonamento a trasmissioni sportive.

Ogni volta che si fosse tenuta una partita, le due ragazze del piano di sopra sarebbero sobbalzate sulle loro sedie, e poltrone e divani, esse con tutti gli amici, ed io avrei saputo con precisione che il Palermo aveva in quel momento realizzato una rete.

Un ovattato e sommesso mugugnare, con spostamenti minimi delle sedie, movimenti di disagio, mi diceva invece chiaramente quando a segnare erano gli avversari.

Una serie di tonfi, nei primi dieci minuti. 1 a 0.

Altri tonfi verso la fine del primo tempo. 2 a 0.

Un’ottima stagione, per il Palermo, ad eccezione di qualche debolezza psicologica fuori casa.

A metà del secondo tempo, ovattato e sommesso mugugnare. 2 a 1.

Dopo pochi minuti, un tonfo secco e sordo, meno definito.

Probabilmente a chiusura di partita la reazione era stata più fredda.

3 a 1.

Lessi un po’, mi coricai.

Al mattino, alzatomi, feci colazione.

Poi, prima di uscire, controllai certe cose in Internet. Lanciai un’occhiata veloce ad un sito di sport, e stranamente il risultato riportato a favore del Palermo era di 2 a 1. Feci un rapido controllo anche da altre parti: confermavano il risultato.

Appena fuori casa, faceva freddo quel mattino, c’era Mario.

Abitava al secondo piano, più in alto di me e delle due ragazze appassionate di calcio.

Era arrivato piuttosto forte sul tetto della mia automobile, tanto da piegarlo al centro.

Il freddo della notte aveva in qualche modo uniformato il colore della sua pelle al grigio metallizzato della vettura.

La ragnatela disegnata dal parabrezza rotto, rimasto correttamente nella propria sede, pareva una lapide finemente ricamata.

Mario aveva il collo tanto piegato da aver confinato il mento quasi dentro la cassa toracica.

Il quadro generale era di una certa eleganza.

Restai a guardarlo incuriosito girando più volte, lentamente, attorno a quella scena.

Poi, tirai un sospiro di sollievo: eccolo lì, il mio 3 a 1.

3 thoughts on “Al Fischio Finale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...