Il relitto posted by Fausta Genziana Le Piane

Il relitto giaceva su una delle più belle spiagge della Sardegna. Ma non era solo, era attorniato dall’affetto dei turisti – soprattutto dei bambini metà riverso nell’acqua, metà nella sabbia, come un gigante sfinito. Le travi di legno, completamente bucherellate, lasciavano sfuggire lunghi chiodi arrugginiti. C’era anche una catena che lo legava alla rena. Tommy si estraniava dal gruppo delle bambine e si ostinava a voler tirare fuori dell’acqua e dalla sabbia una bottiglia di coca-cola che era stata messa a rinfrescare, proprio lì, a riparo del relitto. Le due bambine, invece, stavano in piedi sul relitto, brandendo pezzi di ferro come sciabole, e raccontandosi strane storie. Per Tommy era ora di andare via, la mamma lo chiamava, ma prima doveva raccogliere gli animali di gomma che galleggiavano nella piscina, una bella buca arredata con alghe. Alice, otto anni, aveva un viso gentile e sottili capelli biondi. Angelica, più piccola, l’ascoltava rapita. Alice sognava terre lontane e raccontava: “La nave trasportava tè, veniva dall’India, uno squalo di passaggio l’ha attaccata. Così sono morti tutti”, disse come fra sé, convinta. “Ma no!” controbatté Angelica “La nave trasportava coca-cola, hamburger e patatine. Era la nave di Mc Donald’s. Non vedi che c’è una bottiglia lasciata lì, nella sabbia?”

Storie dei nostri giorni….

Con il racconto “Il relitto” ho partecipato alla rassegna “Artista” svoltasi al Museo Canonica nella stagione 2002-2003, che ha rivolto agli scrittori e a coloro che lo desideravano, l’invito a fare un racconto breve – nella libertà del tema e con lo stile preferito – di non più di quindici righe, in cui fossero rispettati gli elementi base del racconto protagonista, indicazione del tempo e dello spazio.

Annunci

4 thoughts on “Il relitto posted by Fausta Genziana Le Piane

  1. chissa’perche’mi ricorda un relitto che ho visitato da sub affondato pieno di sanitari…vedere bidet e water pieni pesci ed alghe mi ha incantato…e’bello in bocca al lupo!

  2. Un relitto, le fantasie dei bambini, il loro fantasticare risposte, ma anche la fantasia di chi sa cogliere questi spunti e liberarsi senza espandersi. Complimenti!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...