Ma non credo nell’umanità posted by Anna de Rosa

…non credo e non perchè io sia scettica e pessimista!

ma non credo nell’umanità !

ormai è tutto troppe chiacchiere e zero fatti…tutti sono andati sul cantiere CRESCENT

quando è stato aperto alla gente

ma la gente non lo ha occupato

o dimostrato il rifiuto a tale mostro di cemento  sulla spiaggia!

ed esempi ce ne sono a milioni …

io amo la natura

ma l’unica cosa che posso fare è a casa mia

con i miei animali e le mie adorate piante

( in questi giorni esposte alle intemperie!)
i giovani dovrebbero darsi da fare

ma tu li vedi???

12 thoughts on “Ma non credo nell’umanità posted by Anna de Rosa

  1. Anna, perchè così pessimista e così amara? Non tutto e non tutti sono così. La ragione profonda è l’individualismo che caratterizza l’uomo del nostro tempo, in qualsiasi Paese del mondo, in modo più o meno accentuato, carnefice e vittima, nello stesso tempo, della sua indifferenza, del suo individualismo, appunto.
    La costruzione, il passaggio dall’uomo individuali a quello sociale è un processo storico lunghissimo che implica e richiede, principalmente, prioritariamente, il riconoscimento e l’accettazione che i problemi di ognuno siano o debbano diventare, problemi di tutti e che solo insieme li potremo risolvere.
    Ciò non potrà avvenire con la costrizione, con l’autoritarismo, con la dittatura ma solamente con la paziente opera dell’esemplificazione e della razionalizzazione. L’emotività è sempre una cattiva consigliera sia a livello individuale che a livello collettivo e determina, per lo più, sconquassi vuoi individuali e vuoi collettivi.
    Un antico proverbio ci ricorda che la pazienza è la virtù dei forti. Almeno in questo caso, è un proverbio azzeccatissimo proprio perchè non possiamo, non siamo in grado, di fare la rivoluzione. Come vedi anche questo tuo nuovo post ci costringe alla stessa conclusione del tuo precedente al quale avevo dedicato due commenti al secondo dei quali hai preferito non ribattere.
    Spero che questi colloqui a distanza non finiscano per annoiarti. Se così fosse, sarei pronto a tacere e mi dispiacerebbe perchè tu sai porre, a mio avviso, domande pertinenti e per nulla banali. Ciao.

  2. Ero passata per un saluto e leggo un post al quale urge una risposta..
    Innanzitutto perchè credo che la redattrice sia salernitana: il CRESCENT citato è anche ( sei di Salerno vero??) un’amarissima e vergognosa realtà che sta mostruosamente crescendo nella mia città natale, città che ho ripudiato assai prima della morte di mia madre, scegliendo di vivere la mia Terza Età ( con marito in pensione) nel paese natale dei miei suoceri.
    Ci sono 450 anime ( comprese galline e ciucci ) ma si sta benino qui.
    Urge che io risponda Anna e sai perchè?
    I giovani, dici, e che esempio abbiamo dato noi ?
    Dico noi perchè credo che te ed io siamo coetanee.
    Anna, l’avvilimento prende tutti quelli che vedono, magari da impotenti, scarnificare qualcosa che amano.
    Io combatto sulla mia barricata per fare il mio dovere di giornalista e non è facile, credimi.
    Prima di tutto perchè nessuno paga per le belle notizie, quelle delle quali mi occupo, per capirci.
    Tutti preferiscono leggere del gossip e i colleghi miei si si sollazzano, mi spiego vero??
    Cara Anna, mi vado radicando in un Cilento che non m’appartiene. Che tante resistenze offre a chi vuol dare aiuto. Ad un territorio che cerca il famigerato “posto fisso” e stenta a capire che deve rimboccarsi le maniche.
    Dove si “campa” con le pensioni dei vecchi.
    Ok?
    Eppure tante risorse son poco sfruttate e note.
    Scavare costa fatica e noi di questo secolo siam tutti per le “pappe belle e pronte”.
    Cara Anna, mi spiace darti questa notizia: io mi sforzo di combattere qua ( e pure in città quando ci vivevo) , cercando di coinvolgere giovani e vecchi.
    Spesso i risultati son meschini, ma io continuo.
    Perchè non mi arrendo.
    Il fratello di mia suocera come tanti fece la Resistenza, e morì trucidato.
    Aveva 20 ani e il vuoto lasciato non l’hai mai colmato alcuno!
    Anche a noi tocca RESISTERE, ognuno nel suo, senza spaventarci e senza scoramenti.
    Potrei citarti il caso di Gilda che nel paese a fianco cerca di fare attività teatrali tra 10.000 difficoltà; pochissimi sanno…io lo so e diffondo le belle attività.
    Anna, mi fermo per non annoiare chi legge.
    Un affettuoso saluto a te e a Josè!😀

  3. ….grazie per la tua testimonianza marzia!! anche io cerco soprattutto di diffondere le belle attività intese come arte cultura teatro cinema ecc…ma devo pur comunicarlo che il crescent non mi piace xchè non riesco a concepire tanto cemento deturpatorio di una bella veduta naturale …e sulla sabbia /spiaggia….anche perchè in città di posti di cemento vuoti e inutilizzati ce ne sono tanti abbandonati all’incuria… saluti adr

  4. le tue riflessioni sono condivisibili però penso che oramia c’è una sfiducia tale nel futuro che non si pensa più a nulla, natura compresa. quindi non c’è molto da farsi meraviglia se poi nessuno combatte e lotta per le cause giuste.

  5. Non è facile fare un commento semplice, cordialaldo e marzia ne hanno fatto uno lucidissimo, cosa aggiungere, se non confortare chi lotta portando l’esempio di chi ha festeggiato 50 anni di lavoro (quest’anno), chi insegnava e studiava all’università con un figlio nel 68, chi ancora crede nell’indignazione e nella capacità degli uomini di “buona volontà” di lottare e resistere, dando così l’esempio. Provare ad avere una dimensione umana scrivendo o disegnando. Questo resta, ma credimi non è poco.
    Buona vita
    Gianni

  6. Questo di Anna è un grido senza nascondimenti. E’ denuncia, non pessimismo , perchè tale è la realtà che la induce a gridare : Vergogna!
    Ed anche io dico: Dove sono I giovani? Dove sono i figli di un dio minore, dell’usa in fretta e getta? E del resto come potrebbero voler preservare, custodire, curare, quando un telefonino comprato un mese fà è già vecchio? Colpa nostra? Forse o certamente, ma è loro l’accontentarsi.

  7. oh una che mi comprende!!! grazie Anna1962!!!! hai fatto centro…io parlo senza peli sulla lingua e non lo mando a dire ma lo dico in faccia …non temo niente e nessuno…per fortuna ho un carattere forte con poi i rovesci della medaglia…indosso la corazza e parto da sola contro tutti …poi chi mi ama mi segue ma se mi volto indietro e non c’è nessuno non me ne frega… io vado avanti ,con determinazione e coraggio..e vi dico per esperienza che non è vero che chi è come me con caratteristiche da leader poi sia da esempio ,anzi spesso lo vedo partendo dalla mia famiglia mi si teme per effetto contrario…ma io me ne frego e vivo pienamente amando l’ARTE/CULTURA che è ossigeno per me…battagliando appena si profila una ingiustizia nel mio microcosmo,aiutando tutti anche il mio nemico se ha ragione…non sopporto l’ignoranza ,l’arroganza ,l’ipocrisia ,la non coerenza, i piaciosi,i violenti …i convinti di avere le ricette/risposte giuste …il mio credo è anche VIVI E LASCIA VIVERE…e non sono individualista …ma credo di avere da sempre lottato studiato per una mia evoluzione interiore che mi porta soprattutto a essere in pace con me stessa…e quindi posso esserlo anche con gli altri…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...