Elaborazione della teoria della vita e della morte (… apparente) posted by Domenico Ruggiero

Ogni unità vivente del Cosmo (e quindi anche della Terra) è un nucleo di energia mono-nucleide di forma e dimensioni diverse, nonché di peso differente.

Questo nucleo è sia deformabile sia associabile ad altri nuclei

per mezzo dell’aggregazione, costituendo una famiglia di nuclei.

La struttura atomica è plastica e confinante con tutti gli altri nuclei esistenti.

N.B. Anche gli elementi naturali ci sono vicini e sono costituiti da nuclei.

Quando un nucleo vivente eccede nella deformazione (e quindi è avido di espandersi, in ogni sfaccettatura della propria esistenza) provoca un’onda d’urto nei nuclei confinanti che a loro volta determinano una destabilizzazione per sé stessi e per tutti quegli altri, a loro confinanti.

I processi deleteri si moltiplicano e le scosse (prima o poi – i tempi non sono quantificabili) si fanno sentire, deformando e/o assestando nuclei sempre più distanti.

A questo punto è ovvio che, prima o poi, in conseguenza ai complessi fenomeni di interfacciamento, il nucleo che ha dato origine al dissesta mento troverà pane per i suoi denti, e il disturbo che ha creato lo riceverà amplificato come effetto boomerang.

A quel punto inizieranno per quel nucleo guai in quantità fino all’esplosione che corrisponde alla morte fisica (..apparentemente) di quell’esistenza.

La polvere si depositerà così nell’universo dando forma a nuove forme di vita e tutto procederà così per l’eternità.

Solo quei nuclei che all’impatto saranno stati sempre in equilibrio non si distruggeranno e continueranno a vivere normalmente per l’eternità, tra il bene ed il male, tra la gioia ed il dolore fino a quando il loro cuore (ovvero la mente della sobrietà) non li sorreggerà!

Quando un nucleo pervade il suo prossimo vicino, si allarga e quello si stringe.

Ma per reazione, dal nucleo attaccato parte un’analoga spinta di ribellione e si espande,

per quello che può, da tutte le parti. Ecco la respirazione del COSMO: compressione e decompressione dei nuclei.

Il cosmo, l’Universo respira.

E così tutti i nuclei, come noi, che ne facciamo parte.

Ogni movimento, perciò, per non dar fastidio al prossimo, deve essere lento, pacato, non cruento; è giusto ricordare un bel proverbio dei nostri cari predecessori:

quando sputi in Cielo (ovvero ogni tuo gesto di ribellione)

ti arriva in faccia (ti ritorna indietro).

La fisica classica, pur essendo quanto mai (così sembra…) obsoleta, è invece di effetto ed alla base di tutte le teorie,

qualunque ne sia la provenienza.

Ma ci sono dei ma…

Lascio immaginare al lettore, ciò che io mi chiederei, a questo punto…

Le risposte ci sono… Riflettete!

Ad una prossima puntata.

Annunci

2 thoughts on “Elaborazione della teoria della vita e della morte (… apparente) posted by Domenico Ruggiero

  1. E la Coscienza?
    Tutto ciò che è manifesto in una forma, dal granello di sabbia, agli esseri umani, ai pianeti e soli e galassie ha una coscienza.
    E se è tutto così meccanico, sia pure ciclico come un respiro, quale è l’ordine implicito che ne detta le leggi?
    E l’ Energia ce l’ha una coscienza?
    Cmq per me è la fisica quantistica che può dare più risposte.
    Love
    L

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...