Uno due tre fiammiferi magici posted by Anna De Rosa

Stavamo finendo il pranzo. Era un pranzo normale, niente di eccessivo, qualche portata, un po’ di vino in tavola. Perché uno si aspetta che gli avvenimenti importanti vengano preceduti da segnali inconsueti o singolari, e invece ogni evento è così naturale, che diventa una specie di legittimo prolungamento delle cose. Dio mio era Natale! Ed io mi mettevo a filosofare…per carità di Dio!
Con questa esclamazione voglio subito precisare che detesto il Natale e le feste in genere,ma non ne voglio offendere il significato,la tradizione e soprattutto l’incanto fanciullesco che provocano…
Oh,l’ho precisato …
-dicevo che detesto il Natale e il magone che mi provoca e il pensiero”menomale che poi passa” mi risolleva…eppure oggi per voi ho cucinato …beh lo faccio da anni, ma nessuno ha pensato di portarmi al ristorante??-

Nessuno ha pensato di portarmi al ristorante veramente l’ho urlato ! tutti hanno smesso di parlare di mangiare e mi hanno guardata…

-passano i natali,e ne sono passati tanti,alcuni li ho totalmente dimenticati e altri li ricordo per la fatica dell’organizzazione…cenoni che palle!…ma continuate a mangiare è solo uno sfogo da eterna sfigata…-

Poi sorrido per rasserenare soprattutto i bambini ,i miei nipoti…
ai miei figli non ho negato la gioia dell’atmosfera natalizia ,le vacanze natalizie…ma che ricordi ho io dei natali di me bambina???
Una grande veranda fredda occupata totalmente dal presepe fatto da mia zia con muschio vero,cascate e prospettive :i pastorelli più piccoli lontani  e luci lontane …un cielo di stelle e la cometa appesa al filo fatto pendere dal soffitto con l’angelo annunciatore appeso sulle grotte e il bambino messo solo la notte di Natale puntuale a mezzanotte!e l’attesa dei miei genitori che arrivassero dalla città,io vivevo con la zia in paese…
Il Natale l’ho identificato sempre con la favola della piccola fiammiferaia…uno due tre fiammiferi magici ,li strofini ed ecco il desiderio avverarsi,si concretizza in un’illusione…eh no …

-Ma chi ha cambiato la tovaglia? Mi sono smarrita nei miei ricordi e …

– che c’è nonna??

– niente piccola …psspssss dove siamo??

-ma nonna a festeggiare il natale qui tutti insieme al ristorante!!

– … ma chi ci ha portato?

– noi siamo venuti con papà …tu con zia Sara  …e poi è venuto zio Antonello…ma nonna mi hai portato il regalo??

-non so se ho strofinato il fiammifero dei regali?? Dopo il panettone vediamo…

Annunci

3 thoughts on “Uno due tre fiammiferi magici posted by Anna De Rosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...