Grido silenzioso (In ricordo della Shoah) posted by Vera Andrea Longo

Avanzavo lentamente,

quasi volessi strappare al tempo lunghi attimi preziosi…

…il mio sguardo, indomabile,

sfuggiva al presente,

volgendosi indietro…

…rifugiandosi in un passato ormai lontano…

…non ero mai stata così nostalgica, mai,

né troppo legata a ricordi, a momenti trascorsi…

,,,da sempre mi divertivo, a guardare costantemente al futuro,

mi faceva sperare in qualcosa di nuovo,

di impensabile, di sorprendente,

che avrebbe potuto,

cambiare la mia vita…

…strano questo mio stato d’animo!

…inspiegabile,

al tempo stesso misterioso,

anzi, insensato, mi rassicuravo…

…improvvisamente,

sentivo riecheggiare voci, grida, pianti…

…più intensi,

e più fiochi…

…inutile cercare di definirli, mentre,

sempre meno nitidi si confondevano

all’inquietudine che mi turbava,

che mi tormentava!

…Dietro di me,

un’ombra

sempre più sbiadita, più informe,

sembrava sottolineare lo scorrere del tempo,

quel tempo di cui non riuscivo a percepire il senso…

…quel tempo che mi aveva regalato tanto,

che avrei voluto rincorrere per sempre

e che in pochi attimi mi avrebbe negato tutto…

Josè Pascal e la sua scatola di latta sostengono la VI EDIZIONE DEL CONCORSO  INTERNAZIONALE DI POESIA “IL GALANTUOMO” 2012

One thought on “Grido silenzioso (In ricordo della Shoah) posted by Vera Andrea Longo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...