“Del tuo passo misterioso (a Dino Campana)” by Michela Zanarella

campana-dino

Del tuo passo misterioso

cupo e solitario

della tua “petite promenade”

io riapro il peso del ricordo

e lontana dal tonfo della notte

fisso quell’erba

che ti ha visto poeta

steso nel verde,

ancorato al nulla.

Riprende a viaggiare

il tuo silenzio

tra i segreti dei frontoni

e delle statue di Firenze,

sui dorsi scuri del Lungarno,

nelle facciate limpide

del borgo di Marradi che ride

mistico e canoro,

immortale

come le parole di un amore

inciso nelle rose.

E si chiude nel velluto elegante

del destino

quel canto tra sogno e veglia

gonfio di vertigine.

2 thoughts on ““Del tuo passo misterioso (a Dino Campana)” by Michela Zanarella

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...