“Madreluna” by Luigi Pascali

www.gizmodo.it

Chiesi alla luna:

“Dov’è il mio dolore?”

Ma non rispose,

occupata in mille rivoli

di stelle.

 Tra i petali dei mandorli

la mia memoria.

 Chiesi al mio guanciale:

“raccontami i sospiri!”

Ma era stanco

di asciugare lacrime.

E alle volte delle case

erano appesi ad essiccare

i sogni di tabacco,

e ai palmi delle mani

incomprensibili  sfortune

e lunghe vite amare.

Poco pane, nero,

consumò lentamente i sogni

che mani callose

costruivano ogni giorno…

Snocciolai le mie bestemmie

ad una ad una

e quando fui stanco

sorrisi a un istante,

appagato.

Riguardai la luna,

ma non chiesi nulla!

3° classificata al Premio internazionale di poesia Piccapane

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA: Apprezzabile per l’afflato lirico che ci riscontra in diversi passaggi, in particolare quelli riferiti al vissuto faticoso e all’impossibilità di trovare delle risposte.

Annunci

9 thoughts on ““Madreluna” by Luigi Pascali

  1. Il poeta esprme il suo sentire in altalena tra estasi e tormento, come è giusto che sia nella vita di ciascuno, la differenza sta nel saperlo mettere su foglio e riuscirci così egregiamente.. E’ bello quando il verso ci dà emozioni ed apre l’immaginario sullo stesso universo che chi scrive sa tingere con il color della luna….

    Mi piace

  2. In questa poesia il dolore e la fatica si identificano immediatamente nella reale percezione , il senso della quotidianità possiede un respiro profondo, la semplicità di quei gesti è la risposta a quella domanda indiretta .Versi che si librano su un’altalena d’emozioni .Splendida e coinvolgente !

    Mi piace

  3. Commentare le poesie e’ un’ impresa sterile che non mi sento di affrontare,le belle poesie vivono di luce propria come le stelle viste con gli occhi dei bambini e delle bambine e nei sogni degli innamorati. Che vuoi commentare,chiedo alla mia immagine riflessa in uno spcchio inverosimle. Cari poeti e care poetesse ,vi voglio bene,grazie perche’ esistete.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...