“Il ricordo di Daniel” by Marco Candida

copj170.aspUn uomo di trentadue anni si risveglia dopo ventisei giorni di coma, ritrovandosi in uno stato di totale amnesia. Le persone che gli sono più vicine di prendono cura di lui e cercano in ogni modo di fargli ricordare chi era prima di cadere in uno stato di incoscienza. Ma le cose non vanno come ci si aspetterebbe: Daniel, il protagonista, ex avvocato di successo presso una delle ditte del padre, felicemente fidanzato con Sara, non solo sembra aver perso memoria di tutto il suo passato, ma vede anche la realtà del presente e le persone che ne fanno parte diventare sempre più nebbiosa e farsi densa di dubbi. E’ vero che lui è stato un avvocato prima del trauma? E’ vero che le cose con Sara andavano così bene? E’ vero che i suoi amici, Enrico, Stefano, Luca, sono i suoi veri amici?Daniel non è più lo stesso, fa cose che prima non faceva e non riesce a capire se la persona che era prima dell’incidente corrisponda davvero all’identità che sta cercando di recuperare o se sia tutto frutto di una mistificazione collettiva. Inizia così Il ricordo di Daniel, l’ultimo romanzo di Marco Candida, pubblicato a puntate “Vibrisse” da Giulio Mozzi.
Una storia costruita con meccanismi narrativi che parlano il linguaggio della Rete, e che rappresenta simbolicamente la crisi di identità delle nuove generazioni, cercando di rispondere a un interrogativo fondamentale: E’ meglio avere una precisa identità nel mondo, sapere chi si è e da dove si proviene, oppure scegliere di avere un futuro davanti a sé?

Marco Candida ha esordito nel 2007 con Sironi Editore. Successivamente ha pubblicato altri tre romanzi e curato un’antologia di racconti. E’ stato incluso nel Dizionario affettivo della lingua italiana a cura di Matteo B. Bianchi e Giorgio Vasta e attualmente scrive per Fernandel e per Delcinema.it

Ha partecipato a una Writers Conference presso University of North Dakota negli Stati Uniti, pubblicando alcuni racconti sul giornale studentesco “Grub Street Journal”. Ha pubblicato racconti per l’antologia Pronti per Einaudi e per antologie edite da Perrone, Cadmo, Il poligrafo e molte altre e per le riviste Nuova Prosa, Sagarana, Atelier, Atti Impuri, Static, Formafluens, Nazione Indiana, La poesia e lo spirito e negli Stati Uniti per The Literary Review, Words Without Borders,Metromorphoses, Gutfire!. Parte del suo secondo romanzo, Il diario dei sogni, è stato inclusa nel Best European Fiction 2011 edito da Aleksandar Hemon per Dalkey Archive Press.

Annunci

2 thoughts on ““Il ricordo di Daniel” by Marco Candida

  1. Pingback: "Il ricordo di Daniel" su "In parole semplici" | MARCO CANDIDA

  2. La storia narrata è avvincente, anche se nasce da un episodio tragico.Ma rispondere alla domanda: è meglio una precisa identità
    o un futuro davanti cercato chi sa dove?
    Sarebbe così bello sapere che i giovani possono trovare certezze sulla propria terra, costruire un futuro sulle proprie radici, ampliare e migliorare quanto fatto dai padri.
    Penso che chi può, dovrebbe rafforzare orgogliosamente le proprie origini e non “volare ” lontano solo per il piacere del nuovo e del diverso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...