Siamo donne del Novecento posted by Luisa Bolleri

Donne del Novecento

Siamo donne del Novecento

col fazzoletto in testa

e pettini su nodi inestricabili.

Siamo bambole di pezza rammendate

per occhi due piccoli bottoni neri

perse nella corrente della vita

trascinate da una Storia infame.

Dentro bacinelle d’acqua ferma

ci laviamo al freddo del mattino

l’ombra di un dio lontano

proiettata su un muro scalcinato.

Siamo una borsa piena di cipolle

e calzini stinti stesi controvento

gli occhi di nostra madre addosso

col suo misero vestito a fiori.

Baci rubati sulle punte dei piedi

su un pontile di legno sopra il mare

una barca che parte nella tempesta

e un’attesa che non giunge mai.

E le pance cresciute troppo in fretta

ci derubano della giovinezza

trasformano il rosso di un tramonto

in una lotta per la sopravvivenza.

La guerra ci indurisce il cuore

ma daremmo la vita per un credo

non ci arrendiamo mai fino alla morte

sempre alla ricerca dell’amore.

 

Un giorno il tempo ci vedrà diverse

rispetto a com’eravamo

la schiena curva e le mani storte

somiglieremo alle nostre madri.

Avremo lo stesso stanco sorriso

che al bisogno non è mai mancato

e ci ha riempito il cuore di calore.

 

Poesia pubblicata nell’Antologia di Poesie  “L’eterno volo delle foglie/1” – Marco del Bucchia Editore

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...